CENTRODESTRA OK. CINQUESTELLE KO

Il risultato delle ultime amministrative parziali parla chiaro, sia a livello nazionale che a livello locale: il centrodestra a trazione leghista vince, mentre i cinquestelle hanno subito un tracollo ed il Pd è avviato ad un continuo, ulteriore ridimensionamento. Le deduzioni politiche che se ne possono trarre sono essenzialmente due. La prima: il centrodestra unito vince. Come aveva vinto l'anno scorso alle comunali di Verona eleggendo sindaco Federico Sboarina. Come ha vinto a Vicenza con Stefano Rucco, che ha sconfitto il centrosinistra che aveva amministrato la vicina città berica negli ultimi dieci anni. La seconda: il centrodestra che vince non è più lo stesso centrodestra che abbiamo conosciuto negli ultimi vent'anni. Quella era una coalizione a trazione Berlusconi. Questa è a trazione Salvini. Quella era una coalizione dove il partito guida era Forza Italia. In questa il partito guida è la Lega. Quella era una coalizione dichiaratamente liberal-democratica (ricordate la "rivoluzione liberale" di berlusconiana memoria?). Il centrodestra che vince oggi è una coalizione di stampo identitaria e sovranista che con il liberalismo ha a che fare poco o niente. Certo, siamo solo all'inizio. All'inizio di una nuova fase storica che alcuni chiamano già quella della "Terza Repubblica". Quella che poteva essere considerata una fuga in avanti da parte di Salvini, accusato perfino di "tradimento" da Brunetta, si è invece rivelata, dati alla mano, la prima tappa del rinnovamento di un'area che non poteva più rimanere ingessata sul berlusconismo. Un berlusconismo, fra l'altro, con un leader appannato e che attraverso i propri rappresentanti nelle istituzioni dà di sé un'immagine finta, modaiola per niente popolare. Salvini è il nuovo capo della coalizione e, stando almeno alle prime mosse, come quella della chiusura dei porti italiani alle navi delle Ong cariche di africani, che ha dato un colpo pesante al business dell'immigrazione che arricchisce alcuni anche nella nostra città, pare proprio che sarà in grado di far rivivere ad esso una nuova stagione di vittorie.
CONDIVIDI
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •