YOU POL: L’APPLIAZIONE PER CHIAMARE LA POLIZIA

E' risaputo che uno dei modi migliori per contrastare la criminalità, specie quella diffusa, che poi è quella che più viene percepita e che genera insicurezza presso i cittadini, è la collaborazione fra cittadini e forze dell'ordine: Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza. In tal senso la Polizia di Stato ha fatto un importante passo avanti creando un'applicazione, scaricabile da chiunque sul telefonino o sul personal computer, con la quale con estrema facilità ognuno, trovandosi a vedere un episodio di violenza o di spaccio di droga, può avvisare la centrale di Polizia più vicina. Da oggi l’App YouPol è operativa in tutte le province italiane. Dopo una prima fase in cui l’applicazione era operativa solo nelle maggiori città, ora le segnalazioni per episodi di bullismo o riguardanti lo spaccio di droga si possono effettuare da tutto il nostro Paese. L´App della Polizia di Stato pensata per contrastare il fenomeno del bullismo e dello spaccio di stupefacenti soprattutto tra i più giovani ha dato i suoi primi frutti: dall’avvio del progetto ad oggi, i download effettuati sono stati più di 118.000, le segnalazioni per casi di bullismo 1.152 e quelle per uso di sostanze stupefacenti 2.132. la Polizia di Stato, da sempre impegnata nella formazione civica dei ragazzi, anche con YouPol desidera coinvolgere e responsabilizzare i giovani al miglioramento della vivibilità del loro territorio. Le forze dell'ordine, si sa, non possono essere fisicamente dappertutto. Perciò bisogna ottimizzare nella lotta alla criminalità tutte le potenzialità che ci vengono messe a disposizione dalla tecnologia. Si pensi solo a quanto sono state e sontuosi le telecamere, sia quelle pubbliche che quelle private, per registrare scippi, furti, rapine, pestaggi e perfino omicidi. Senza queste realizzazioni della tecnologia molti delinquenti sarebbero rimasti impuniti e non si sarebbe mai potuto documentare l'atto criminoso.  YouPol è una di queste e merita di essere diffusa il più possibie.  
CONDIVIDI
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •