INDIVIDUATI E DENUNCIATI I TIFOSI NAPOLETANI DELL’AGGRESSIONE IN CORSO CAVOUR

Molti ricorderanno che il 5 novembre scorso in corso Cavour avvenne un fatto gravissimo. In occasione della partita Chievo Napoli è giunto nella nostra città un gruppo di tifosi napoletani che nelle prime ore del pomeriggio, dopo aver bloccato il traffico con alcuni furgoni hanno preso d'assalto con spranghe e coltelli i bar "Oro bianco", abituare ritrovo di tifosi dell'Hellas. All'interno c'erano delle tranquille famiglie che per salvarsi dalla furia dei delinquenti napoletani sono riuscite ad asserragliarsi dentro il caffè. Dopo quattro lunghi minuti di assalto, non riuscendo a demolire la porta di cristallo rinforzato del bar, gli aggressori sono fuggiti. Si tratta di un gruppo di 35 persone, tutte identificate dalla polizia, formato da pregiudicati e altri individui dediti alla violenza. Il sindaco si è così complimentato: “Ringrazio il questore Ivana Petricca per l’importante notizia che ci ha dato oggi. E’ fondamentale sapere di poter contare sul lavoro di elevata professionalità in indagini complesse come questa. L’individuazione di 35 personaggi, gravati da pesanti precedenti penali, non è stata semplice, ma nei continui aggiornamenti che la Questura mi forniva sapevo che non è mai stata allentata la morsa. E’ questa la via che ci permette di garantire la sicurezza, dimostrando anche che a Verona non c’è posto per i delinquenti. Il coordinamento fra tutte le Forze dell’Ordine e la collaborazione con il Comune ci permette di non abbassare mai la guardia. La sicurezza si conquista giorno per giorno e il risultato di oggi ci rende fiduciosi per l’obiettivo da raggiungere”. Anche l'assessore Polato si è unito ai complimenti: “Faccio i miei complimenti al Questore Petricca e alla Digos per l’individuazione dei responsabili dell’aggressione al bar di Corso Cavour. Ci auguriamo che abbiano pene esemplari perché è inaudito che avvengano azioni simili e che si semini la paura fra la gente, anche se solo per pochi minuti. Nella nostra città non vogliamo tollerarlo anche perché possiamo contare su un efficiente sistema sicurezza, che al termine di complesse indagini è arrivato alla denuncia dei colpevoli. Anche la Polizia Municipale ha collaborato con la Polizia fornendo ore e ore di immagini delle telecamere ztl e di quelle del sistema cittadino di videosorveglianza. La sinergia e la collaborazione fra tutte le istituzioni, porta a questi alti livelli di sicurezza”. Marco Danieli
CONDIVIDI
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •