Uragano pronto ad abbattersi sulla Florida: già iniziate le evacuazioni

E' in arrivo Irma. Così viene chiamato l'uragano che si abbatterà in zona Miami in Florida in un tempo non ancora definibile tra sabato e domenica. La "signora", come viene anche chiamato da alcuni, si dice stia viaggiando nientemeno che alla velocità di trecento miglia all'ora: gli esperti sostengono che sia peggio di Harvey, che due settimane fa in Texas ha portato con se sessanta vite umane e praticamente raso al suolo Houston. Secondo i meteorologi siamo di fronte a quello che sarà il peggiore uragano degli ultimi dieci anni, e queste ore saranno decisive per completare le evacuazioni, per fare scorta di acqua, torce e tutto l'occorrente per sopravvivere a questo disastro naturale. "Bisogna assolutamente lasciare al più presto le coste", afferma uno sceriffo di Singer Island, "chi rimane è soltanto un incosciente e mette in pericolo la propria vita e quella delle persone che si trovano con lui: i palazzi e le casa a pochi passi dal mare saranno i primi ad essere colpiti. La zona che sarà probabilmente colpita più duramente da Irma è Palm Beach, ad un centinaio di chilometri dalla città di Miami. Ci sono tantissimi italiani che vogliono scappare via il più velocemente possibile dalla Florida, ma a questo punto la cosa migliore da fare è mettersi al riparo, sperare ed attendere che sia finito lo stato d'emergenza: sarebbe molto peggio trovarsi in viaggio con l'uragano che incombe. La corsa alle scorte è enorme e soprattutto varia: tantissima la gente che, oltre a torce e acqua in bottiglia, che stanno letteralmente venendo saccheggiate da ogni supermercato disponibile, la gente si sta armando anche di farmaci e di molti pezzi di ferramenta al fine di sbarrare porte e finestre. Il governatore della Florida Rick Scott si rivolge così ai cittadini:"Irma potrebbe distruggere le vostre case, quelle le possiamo ricostruire, ma non possiamo certo ricostruire le vostre famiglie". Riccardo Padovani
CONDIVIDI
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •