Seconda circoscrizione: Quinzano e Avesa

Quinzano e Avesa sono due frazioni confinanti tra loro del comune di Verona che si trovano a circa 4 chilometri dal centro della città. Attualmente fanno entrambe parte della Circoscrizione 2 Nord Ovest del Comune di Verona. La più grande delle curiosità riguarda la storica rivalità tra queste due frazioni, rivalità che è stata addirittura riportata sotto forma di leggenda: quest'ultima è incisa in dialetto ai piedi del monumento di piazza Righetti a Quinzano e s´ispira ai nomi dei due quartieri, i quali essendo nella pronuncia il primo più stretto del secondo, uno permette di tenere in bocca l´osso, mentre l´altro lo fa cadere. Si, perché a denti serrati si dice «Chinsano», mentre a bocca spalancata «Avesa». L´antica storia dei due cani che incontrandosi si chiedono da dove provengono e la conseguente «vincita» sull´osso trattenuto dal cane di Avesa da parte del cane affamato di Quinzano ricorda una rivalità che si perde nella notte dei tempi. Dopo una ricerca sul campo e qualche domanda ai passanti e agli abitanti del posto, è emerso che le frazioni di Quinzano e Avesa non si presentano più di tanto come "zone problematiche": le due frazioni sono tranquille, silenziose e poco soggette a furti o ad atti di vandalismo, come confermato anche dagli abitanti della zona. Ciò che si presenta problematico in entrambe le parti è il tema della viabilità: sia a Quinzano che ad Avesa, infatti, non solo le strade secondarie ma anche la carreggiata principale si presentano molto strette, soprattutto considerando che quella strada è zona di passaggio anche per gli autobus e se, per puro caso, due autobus dovessero venire a trovarsi di fronte durante la marcia, il passaggio potrebbe risultare molto complicato, se non pericoloso. Gli esempi che lasciano pensare che sarebbe meglio intervenire riguardo questo tema ci sono: circa un mese fa, proprio ad Avesa, a causa della strettezza della strada, un ciclista è stato travolto da un'autovettura e successivamente trasferito all'ospedale di Borgo Trento. Questo dovrebbe farci capire che il problema sussiste: gli incidenti sono nell'aria e se non si provvede a intervenire potrebbero esserci conseguenze amare. Un'altra problematica, riguardante principalmente Avesa, è quella dell'immigrazione: centinaia di profughi sono stanziati tra la piazza di Avesa e la strada per Montecchio e questo non è certo stato gradito dagli abitanti della zona. A Quinzano invece possiamo citare il Borgo degli Ulivi, intera zona visibile da San Rocchetto lasciata al proprio destino.
CONDIVIDI
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •