Unità cinofile ed elicottero partiti dal Veneto inviate nelle zone colpite dal sisma

 La Protezione Civile Regionale del Veneto, attivata dal presidente Luca Zaia e coordinata dall’assessore Gianpaolo Bottacin per contribuire agli aiuti per il sisma che ha colpito l’Italia centrale, continua a mantenersi in contatto con la sala operativa del Dipartimento Nazionale per rispondere alle richieste d’intervento che vengono formulate sulla base di uno stretto e vincolante coordinamento nazionale.
 “Altre sette unità cinofile, oltre alle due partite stamattina – informa Bottacinsono state inviate poco fa nelle zone colpite, dove continuano a operare anche i sanitari e l’elicottero del Suem 118 della Regione Veneto basato a Rieti. La colonna mobile regionale con tutto il necessario per assistere una comunità di 250 persone è pronta a partire, e lo farà appena il Dipartimento Nazionale ci darà le indicazioni operative, esattamente come quella dell'Associzione Alpini, anch'essa pronta a partire. Due tecnici delle Province (uno di Belluno e uno di Verona) sono invece già partiti perché richiesti di coadiuvare le centrali operative del Lazio e delle Marche e siamo pronti a inviare anche unità dotate di geofoni per la ricerca di persone”.
“Sottolineo con gratitudine – aggiunge l’Assessore – l’impegno di tutti i volontari, quelli partiti e quelli che scalpitano per portare il loro aiuto, e delle tante associazioni sanitarie che ci hanno dato la disponibilità delle loro ambulanze. Tutto quello che ci verrà ulteriormente chiesto dal Dipartimento Nazionale nell’ambito dell’indispensabile coordinamento sarà attivato in pochi minuti”.
CONDIVIDI
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •