4 Marzo: House of All al Bar Casablanca di Verona

Venerdì 4 marzo alle ore 21,30 al Bar Casablanca di piazza Isolo a Verona musica bluegrass, newgrass e southern folk con gli House of All.
Questa band è composta da Daniele “Dear Prudence” Dalla Pellegrina, lead voice and acoustic guitar, Guido Maria “The Truck Driver” Bianchini, double bass, Nicola “Shitman” Cicolin, mandolin and choir, Christian “The Killer” Machi, electric guitar, Luca “The man in the square” Valentini, electric guitar, banjo and choir, Andrea Giacomo “The drummer” Parodi, train drums, Vittorio “The goblin” Pozzato, mandulin and honky tonk piano, e Leonardo Maria “The big banana” Frattini, acuostic guitar, voice and choir. Gli House of All muovono i primi passi in un universitario appartamento milanese in cui in sbiascicate jam session si insediò il germe del country. Tornati nella natìa Legnago, i ragazzi si armarono di strumenti acustici, mandolini, banjo e diedero corpo alle loro canzoni, sempre oscillando giocosamente sul filo del parallelismo tra le loro agresti origini e le sterminate pianure in cui il country ebbe le sue stagioni migliori. Nel 2009, dopo i primi ed energici concerti, pubblicano il loro primo lavoro “Mr Renateen & JL Sunglasses”, un album uscito di getto e che racchiude la freschezza dei loro esordi. Nel frattempo l’attività dal vivo si intensifica, la formazione subisce qualche variazione, ma ciò rientra nel carattere aperto della band, d’altronde House of All resta maccheronicamente tradotto con “casa de tuti”. Nel 2010/2011 registrano il secondo album “Imagine there’s no country”, composto da sedici brani. Attualmente, oltre all’indispensabile attività live in bar, club, festival stanno lavorando al FabFour Music Point. Si tratta di un progetto stimolante, ovvero la rivisitazione in chiave country di “Sgt. Pepper’s lonely heart club band” dei Beatles.
CONDIVIDI
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •